Resoconto sullo Svolgimento della 37ª Iniziativa di Pasqua

20-22 Aprile 2019

Villa Borromeo – Pesaro (PU)

Programma Sabato 20 Aprile

ore 16,30 – 20,30
– Convegno: “Ambiente, Madre Terra” in occasione della Giornata Mondiale della Madre Terra

Domenica 21 Aprile

MATTINA

– Corso di Automassaggio
– Corso di Riconoscimento delle Erbe Selvatiche
– Corso di Respirazione
– Incontro per Giovani

POMERIGGIO

– Corso di Cucina Torneo di Calcetto
– Incontro con i Centri Territoriali UPM
– Presentazione de “Il Libro del Judo” di Georges Ohsawa

SERA

– Presentazione delle Iniziative UPM di Solidarietà con Paesi Esteri

Lunedì 22 Aprile

– Corso di Automassaggio e Respirazione
– Visita al 1° “Un Bosco per la Città” di Pesaro
– Caccia al Tesoro per bambini e adulti
– Incontro con i Centri Territoriali UPM

Di seguito un breve resoconto della 37ª Iniziativa di Pasqua che si è svolta a Pesaro, presso Villa Borromeo. La struttura è una piccola isola felice a due passi dal centro città, in una zona appartata, in collina, immersa in un parco con ampi spazi verdi e alberi al suo interno.


Nell’ambito del programma delle attività culturali dell’iniziativa, che comprendeva corsi di automassaggio, di respirazione e di cucina, si è svolto, sabato 20, il Convegno “Ambiente, Madre Terra”, organizzato in occasione della Giornata Mondiale della Madre Terra promossa dell’ONU. Al convegno hanno partecipato circa 130 persone.

Ha portato i saluti del Comune di Pesaro il dott. Luca Bartolucci (assessore al Dialogo) il quale ha voluto ribadire l’importanza fondamentale che hanno le piante e gli alberi per la vita di una comunità. Inoltre, come rappresentante delle istituzioni, ha sottolineato l’attenzione che la politica deve avere verso le reali necessità della popolazione e quanto sia importante la partecipazione “reale”, e non solo formale, ad eventi importanti come il convegno in corso “Partecipare vuol dire anche interessarsi agli argomenti trattati durante tutta l’iniziativa e quindi rimanervi per ascoltare e capire…”

Luca Pandolfi, presidente della 7° circoscrizione di Pesaro, ha raccontato come è nato e si è sviluppato il primo bosco a Pesaro nella sua circoscrizione (Quartiere Muraglia).

Sabino Caldelari, Presidente Onorario del Centro UPM di Reggio Emilia, ha parlato di Ambiente e sviluppo sostenibile sottolineando che “lo Sviluppo è sostenibile quando cerchiamo di aiutarci aiutando l’Ambiente” e che, poiché “Capire significa Fare”, è molto importante “far seguire al Dire il Fare.”

Alberto Francini e Francesca Zuliani, rispettivamente Presidente e membro del Consiglio Direttivo del Centro UPM di Reggio Emilia, hanno illustrato, con tabelle e dati, i progetti “Un Bosco per la Città” realizzati nelle Province di Reggio Emilia e Modena.

Il prof. Guido Dalla Casa, Docente di Ecologia Interculturale presso l’Università di Urbino, ha relazionato sul tema dell’“Ecologia Profonda” parlando, in particolare, del rapporto tra Uomo, Esseri Viventi e Natura, “L’Ecologia Profonda è la percezione di far parte integrante di un complesso molto più vasto, l’Ecosistema (o la Terra) , ed avere come primo valore la buona salute di questo organismo”.

Il dott. Luciano Benini, Responsabile del Dipartimento Provinciale ARPAM – Marche, ha presentato il tema “Qualità dell’aria: cause e rimedi”. I dati riportati sull’inquinamento atmosferico, soprattutto quelli relativi ad alcune regioni italiane, sono allarmanti per la Salute di tutti!

La prof.ssa Anna Maria Testi, Docente di Ecologia Vegetale presso l’ Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Dipartimento di Biologia Ambientale, ha esposto il tema dell’“Equilibrio Cli- ma-Piante-Suolo, come chiave del benessere del pianeta e dei suoi abitanti”, “Sappiamo, che tutte le cose sono legate. Tutto ciò che accade alla terra, accade ai figli e alle figlie della Terra. L’Uomo non tesse la trama della Vita; in essa egli è soltanto un filo. Qualsiasi cosa fa alla trama, l’uomo lo fa a se stesso…”

Il dott. Simone Aspriello, ISDE – medici per l’ambiente, di Pesaro, nella sua relazione “L’Erbicida Glifosato: effetti sui mammiferi” ha presentato dati e immagini riguardanti gli effetti dannosi che il glifosato provoca sulla popolazione, in particolare nelle aree in cui viene praticata maggiormente un’agricoltura intensiva.

Il prof.re Franco Iafrancesco, socio del Centro UPM di Pesaro, con il calore e il vigore che gli è solito, ha raccontato l’esperienza positiva degli incontri con gli studenti nelle scuole di ogni ordine e grado evidenziando, così, il fondamentale ruolo educativo e formativo del progetto “Un bosco per la Città”.

Marco Bavelli, Vice Segretario Generale dell’Associazione UPM, ha concluso il Convegno ringraziando i relatori per l’impegno civile impiegato nella diffusione della consapevolezza dell’importanza dell’Ambiente. La Segreteria Nazionale si è presa l’impegno di proseguire il meritorio lavoro svolto dalla “Commissione Boschi UPM” con l’aiuto di tutti i soci disponibili.

Ha moderato il Convegno Cecilia Tomassoni, componente della Segreteria Nazionale UPM.

Per approfondire i vari interventi è disponibile il libro degli Atti “Ambiente, Madre Terra” presso tutti i Centri e i Soci Sostenitori UPM.

Un ringraziamento sentito va a tutte le persone che hanno permesso la realizzazione di questo Convegno, in particolar modo ai Centri UPM di Reggio Emilia e di Pesaro.

Nel pomeriggio di Domenica 21, circa 60 persone hanno seguito con interesse la presentazione dell’opera, scritta da Georges Ohsawa , “Il Libro del Judo”, a cura di Marco Pianesi.
Un testo di semplice lettura che racconta il Judo, partendo dalla sua filosofia iniziale, dalle origini, anche attraverso il racconto della vita di grandi Maestri di questa disciplina, come il maestro Kano e il maestro Ueshiba.

Domenica 21, dopo cena, la Segreteria Nazionale UPM ha illustrato due progetti internazionali di solidarietà.
Il primo è quello con il popolo Azteco, a questo proposito è stata presentata la cronologia delle 4 Campagne di Solidarietà precedenti (1994-1999-2000-2007) e degli incontri che si sono svolti recentemente, tra marzo e aprile 2019. In accordo con i Centri Territoriali UPM sarà possibile organizzare la 5° campagna di solidarietà con il Popolo Azteco, nei mesi a venire.
Il secondo è il progetto di solidarietà per lo sviluppo sostenibile in Benin, una collaborazione che è partita in modo spontaneo e generoso ma che per proseguire, anche come raccolta fondi, necessita di una strutturazione e di una rendicontazione approfondita.

Per entrambi i progetti proposti i Centri Territoriali UPM potranno esprimere il loro interesse e la loro disponibilità.

Nelle giornate di domenica pomeriggio e lunedì mattina 22 aprile, alcuni Centri Territoriali hanno richiesto alla Segreteria Nazionale UPM incontri sui seguenti temi associativi: progetti esteri; chiari- menti sugli adempimenti burocratici; problematiche emerse in alcuni Centri Territoriali; possibilità di accorpamenti; coordinamento delle attività culturali, promozione delle Vacanze Studio estive.
Il messaggio principale che è scaturito da questi incontri è che ogni realtà territoriale ha la possibilità di proporre e di partecipare all’organizzazione di attività culturali nazionali. La Segreteria Nazionale avrà il compito di coordinare le varie iniziative. In questo modo i Centri UPM che lo vorranno, saranno protagonisti del rilancio dell’Associazione.

Durante la vacanza di Pasqua sono stati organizzati anche dei momenti ludici.
Domenica 21 si è tenuto un incontro per giovani con la partecipazione di più di 25 ragazzi e ragazze di diverse età; nel pomeriggio è stato organizzato un torneo di calcetto.
Lunedì mattina si è svolta una caccia al tesoro che ha visto la partecipazione di quasi 40 persone, in prevalenza bambini, ragazzi e…mamme.

A conclusione di questo resoconto, che speriamo sia stato di vostro gradimento, vogliamo ringraziare tutti i volontari che hanno dato il loro contributo nel tenere le lezioni dei corsi di cucina, di automassaggio e di respirazione, tutti coloro che hanno scattato fotografie ed effettuato riprese video durante gli incontri associativi e tutti quelli che si sono resi disponibili nello svolgere qualsiasi attività di ordinaria organizzazione.

Vi auguriamo un buon proseguimento di tutte le vostre attività.

Cordialmente

La Segreteria UPM